Oggi voglio svelarvi alcuni consigli davvero semplici per far trovare il vostro sito di commercio elettronico su Google. Come saprete per un sito di commercio elettronico è importante avere clienti, e per avere clienti bisogna avere traffico mirato dai motori di ricerca, per questo si sente parlare sempre più spesso di ottimizzazione seo. Sul web potete trovare numerosi consigli, alcuni che vanno in contrasto tra loro.

Perchè conviene ottimizzare il proprio sito ecommerce?

A livello seo è importante stare attenti ad alcuni particolari. In un normale sito internet ogni pagina viene ottimizzata singolarmente mentre nel caso di un ecommerce composto da cataloghi di prodotti, l’ottimizzazione va fatta in particolare in base alla struttura. Seppur è un consiglio molto generico è un buon punto di partenza sapere che con un ecommerce bisogna avere in testa un approccio diverso di ottimizzazione. Ecco i miei consigli:

1) Rendere originali le descrizioni dei prodotti

Uno dei primi consigli che ci tengo adarvi è quello di rendere le descrizioni dei vostri prodotti, uniche e di qualità.Evitate di copiare le informazioni dei prodotti così come sono nei cataloghi dei distributori. O almeno, prima di inserire una descrizione, verificate se non è gia presente sul web nel sito di qualche altro concorrente, altrimenti Google vi reputerà dei copioni. Il testo che andrete ad inserire nelle info del prodotto deve essere ben descrittivo, in modo che l’utente possa leggerlo con piacere. Google da importanza al tempo di permanenza sul sito, quindi se i vostri contenuti sono di qualità, di conseguenza il vostro sito di posizionerà bene sui motori di ricerca. Evidenziate lekeyword più importanti per spingerle nei motori di ricerca, ma senza farlo in modo ripetitivo e spammoso. Potete utilizzare il grassetto o il corsivo.

2) Usiamo la Semantica

Ormai i motori di ricerca stanno diventando sempre più semantici, questo vuol dire che sono in grado di capire il significato delle parole, riconoscendo sinonimi, contrari e parole attinenti. Rispetto a quello che succedeva in passato ora non basta più inserire le parole chiave per farsi trovare, è necessario inserirle nei contesti più appropriati. Per facilitare il lavoro a Google per la comprensione delle pagine del vostro sito è possibile utilizzare i metadati (microdati o microformati). Per un sito di ecommerce è importante far si che i motori di ricerca capiscano che le sue pagine sono composte da descrizioni relative a prodotti, magari indicando il prezzo o lo sconto per ognuno di essi. Questo è possibile inserendo nel codice HTML del proprio sito i tag attinenti presenti nel vocabolario di Schema.org, nato per far comprendere meglio ai motori di ricerca la semantica. Per un sito ecommerce è importante inserire la struttura Product. In questo modo durante la ricerca nelle serp è possibile far apparire per il proprio sito degli elementi aggiuntivi (come potete vedere nell’immagine in basso) che oltre ad aumentare il CTR (percentuale di click), aiutano a migliorare il posizionamento.

schema-org-rich-snippet

3) Anche l’Occhio Vuole la Sua Parte

Per un sito ecommerce è importante utilizzare le immagini in modo da convincere gli utenti ad acquistare. Inoltre delle belle immagini, ben indicizzate portano traffico tramite i motori di ricerca di immagini come Google Immagini, considerate che le immagini vengono integrate anche nei risultti delle ricerche di Google, vedere un esempio in basso.

serp-immagini-ottimizzazione-seo-1024x739

Per ottimizzare le immagini è buona norma inserire dei title tags e degli alt tags. Lo stesso nome dell’immagine può essere ottimizzato sostituendo ad esempio un nome generico come Prodotto123.jpg con pantaloniestivi.jpg. Inoltre, tutti i link diretti ad una immagine dovrebbero far uso di parole chiave rilevanti nei “title”.

4) Segnalare una Sitemap

Per facilitare l’indicizzazione di tutte le pagine del nostro sito di commercio elettronico sui motori di ricerca è bene creare un file di sitemap, scritto nel linguaggio xml. Questo file può essere inviato ai motori di ricerca tramite i strumenti per webmaster. Nel caso di Google ecco il link:  https://www.google.com/webmasters/tools/?hl%3Dit&hl=it.

5) Velocità di caricamento

Uno degli aspetti da tenere in considerazione per la SEO è la velocità di caricamento. Secondo Google quando si apre una pagina, l’attesa deve essere inferiore ai 2 secondi, questo perchè gli utenti non amano navigare su siti lenti, e quindi potrebbero chiudere del tutto un sito lento, innervositi. Per ottimizzare la velocità di un sito bisogna utilizzare un codice pulito, evitando immagini pesanti, javascript inutili e server scarsi e lenti. Per migliorare ulteriormente la velocità è importante inserire una compressione e sfruttare i meccanismi di caching del browser. Grazie a questi consigli potete dare una buona spinta al vostro ecommerce classificandolo al meglio nei motori di ricerca.

Altri consigli:

I motori di ricerca amano i contenuti freschi, costantemente aggiornati e di qualità. Purtroppo nel caso di un ecommerce non sempre è possibile aggiornare i contenuti delle descrizioni dei prodotti, ma è possibile chiedere un piccolo aiuto ai propri utenti inserendo la possibilità di aggiungere recensioni, voti di gradimento sui prodotti, ecc. Se volete una consulenza per migliorare il posizionamento del vostro sito, rimaniamo a vostra disposizione. Saluti..

Post correlati: