Spesso ricevo email per la realizzazione di siti web ecommerce, volete sapere la cosa curiosa? ci sono utenti che alla fine decidono di far realizzare il sito a web agency che chiedono anche 10 volte il prezzo che chiedo io. Come mai? Purtroppo siamo in un mondo fatto di avvoltoi, tutti cercano il pollo di turno da spennare economicamente per poi offrire servizi al pari o inferiori a quelli da me offerti. Ci sono utenti che mi hanno fatto rifare il sito che poco prima è stato realizzato da altre web agency o addirittura utenti che si sono lamentati per aver speso oltre 20.000€. Non solo le cartomanti stanno a fottere soldi senza risultati, c’è gente che ha speso anche più di 30.000€ per la realizzazione del sito + i servizi di webmarketing e di posizionamento nei motori di ricerca, nonostante questo le vendite sono state talmente poche che non sono bastate a guadagnare nemmeno 100€ puliti al mese. Mi da fastidio quando qualcuno dice, il sito lo faccio con quella famosissima web agency, la conosci? be dato che si tratta di una famosa web agency certamente la conosco, ma è famosa sopratutto perchè lavora sopratutto ad alti budget, questo non vuol dire che non posso offrire lo stesso servizio ad un prezzo molto più basso e poi da cosa si stabilisce se una web agency è migliore rispetto ad un altra? Vi posso assicurare che per quanto possa essere brava una web agency non può fare miracoli, vi può posizionare bene sui motori di ricerca si, ma non è detto che guadagnerete!. Alla fine ogni web agency ha i suoi interessi, fa il suo lavoro e si fa pagare a caro prezzo. Quando parlo in modo pessimistico ai miei clienti qualcuno dice: “ma il mio amico guadagna tramite il suo sito ecommerce”, si ci credo ma sono pochi che ci riescono, forse il 5% di coloro che hanno un negozio ecommerce. Potete notare infatti che ci sono siti che sono posizionati in prima pagina per parole attinenti alla loro attività eppure vendono poco, ci sono tante varianti da prendere in considerazione, proprio come avviene nel commercio fisico, quanti negozi fisici chiudono nonostante si trovano in un buon punto della città?

Ci sono utenti che mi hanno contattato per sfogarsi per aver investito tutti i risparmi credendo fortemente nell’ecommerce, utenti che si sono affidati completamente a web agency rinomate che non hanno avuto scrupoli a farsi strapagare. Di web agency che se ne approfittano dei clienti ce ne sono tante ma a dire il vero nel mio caso non sono mancati dei clienti stronzi o pessimi pagatori a tal punto che ora ho cambiato politica di lavoro. Purtroppo viviamo in un mondo dove quelli troppo onesti ci rimettono quando trovano gli stronzi di turno. Scusate lo sfogo. Intanto devo dire che certa povera gente adesso dopo aver speso cifre assurde non ha nemmeno gli occhi per piangere, gente che in passato diceva: io mi rivolgo ai migliori esperti in seo, sem, webmarketing, ecc. o meglio ai migliori esperti a buttare il fumo negli occhi della gente hihihi.

Molti sanno già che per buttarsi nell’ecommerce non bisogna improvvisare, per questo quelli che si ritenevano più furbi hanno pensato di affidarsi alle più rinomate web agency subendo un flop. Proprio qualche settimana fa sono stato contattato da un’agenzia matrimoniale abbastanza nota in italia che spende oltre 5000€ al mese per il webmarketing aziendale, il sito ha un alexa rank con un valore di circa 3.000.000 che in media significa che fa circa 50 visite al giorno, tra l’altro questa agenzia non ha nemmeno l’accesso all’account di analytics, la web agency di tanto in tanto gli invia un report grafico che forse viene anche truccato. Giustificate tale spesa? Con un investimento nettamente inferiore sarei stato in grado di aiutare tantissimo l’agenzia matrimoniale, ma non sono stato più contattato. Non vi spaventate ma ci sono aziende che hanno speso anche 200.000€ per il web, parlo di quelle aziende che hanno avuto un flop.

Quali sono le principali problematiche di chi ha un ecommerce?

- era stato garantito il posizionamento in prima pagina ma il sito è introvabile
- in un anno sono state fatte solo una decina di vendite
- ogni volta che ci si rivolge ad una nuova web agency dicono tutti che bisogna rifare il sito da zero
- le spettative erano diverse dai risultati
- il sito è posizionato per alcune keyword ma non vende niente
- a niente sono servite campagne di email marketing, adwords, azioni seo, ecc.
- è stato scelto magento a prestashop o joomla o viceversa ma non si guadagna ugualmente
- si è abbandonato ebay in modo da evitare di pagargli le commissioni per vendere con il proprio sito ecommerce
- il sito ecommerce ha dei buoni prezzi ma non vende
- le persone si iscrivono al sito ma non acquistano
- il sito ha tante visite ma vende poco

Ecco alcuni casi in cui gli utenti mi hanno chiesto dei consigli:

Domanda: Ho un sexy shop on line dove attraverso Google Adwords ottengo circa 200 visite al giorno ma riesco a fare una vendita ogni 500 visite, come mai?

Risposta: considerando una media di 1€ a clic, 500 clic da adwords potrebbero costare 500€, quindi se ogni 500€ di spesa di campagna pubblicitaria si vende solo un prodotto che non fa recuperare tale somma, consiglio di abbandonare Google Adwords. I siti che riescono a guadagnare con un sexy shop solitamente fanno molte visite anche in assenza di una campagna adwords, purtroppo adwords non è adatto per tutti i tipi di attività e sicuramente non è stato effettuato uno studio di fattibilità.

Domanda: Il mio sito era in prima pagina ma adesso è introvabile, eppure non ho modificato nulla. Cosa sarà successo?

Risposta: il tuo sito potrebbe essere penalizzato da algoritmi come google panda nel caso in cui ospita contenuti scadenti o google penguin nel caso in cui riceve dei link in modo poco naturale.

Domanda: Il mio sito è stato sempre in prima pagina, da un po di mesi è sparito completamente, sa dirmi qualcosa a riguardo?

Risposta: Sono molti gli utenti che si sono trovati in questa situazione, molto spesso la causa è Google penguin che penalizza i siti che ricevono dei backlink sospetti o spam, in altri casi questo accade quando un sito è troppo ottimizzato. Google non ama che i webmaster snaturino i risultati delle ricerche, quindi l’ottimizzazione del sito deve sembrare naturale e senza forzature.

Domanda: Ho chiuso un negozio fisico per buttarmi nell’ecommerce dato che tutti dicono che il futuro è nelle vendite online ma in realtà non vendo nulla, cosa posso fare?

Risposta: In alcuni casi se il sito non è posizionato bene e se ci sono dei buoni margini di guadagno consiglio di avviare una campagna Adwords o rivolgersi ad un bravo esperto in seo /webmarketing, ad altri ho consigliato di chiudere.
Non mancano i casi di utenti che mi hanno detto di essere in causa con le web agency che hanno promesso risultati che poi non hanno ottenuto, quindi attenzione, mai pagare un servizio se non garantisce un risultato. Alcuni utenti dopo aver perso il lavoro hanno pensato di buttarsi nell’ecommerce cadendo dalla padella alla brace economicamente parlando. Quando in un settore c’è una concorrenza elevata è molto difficile arrivare nelle prime pagine e le web agency non possono fare miracoli, volete un esempio? Chiedete anche al più bravo seo del mondo di posizionare un sito in prima pagina per la parola “bed and breakfast” o “hotel”, offritegli anche 100.000€ nel caso dovesse riuscire, tanto non ci riuscirà mai.

Domanda: Ho un negozio online di abbigliamento che fino a un pò di mesi fa mi permetteva di arrotondare lo stipendio dato che un lavoro già ce l’ho, per migliorare il sito ho fatto fare un restyling grafico ma poco dopo le visite e le vendite sono drasticamente diminuite, cosa è accaduto?

Risposta: non sapendo di preciso cosa è stato fatto potrebbe trattarsi di un cambio di algoritmo oppure se oltre alla grafica è stata modificata la struttura dei permalink direi di cioncare le mani al webmaster.

Domanda: Ho chiuso un enoteca per aprire un e-commerce vendendo online solo una decida di bottiglie di vino nel giro di 3 mesi, cosa posso fare?

Risposta: Di siti che cercano di vendere il vino ce ne sono tanti ma non consiglio di ottimizzare tale attività dato che credo che sia molto difficile trarne qualche guadagno.

Domanda: Il mio sito e-commerce è stato realizzato con joomla ma non ha tanto traffico, un ingegnere informatico mi ha consigliato prestashop o magento, queste piattaforme cms possono davvero fare la differenza?.

Risposta: Che sia Joomla, Prestashop, WordPress, Magento, ecc. Google non fa distinsione, gli algoritmi si basano principalmente su altri fattori come ad esempio i contenuti, il tempo di permanenza, i link in entrata, le condivisioni nei social network, la popolarità del brand, ecc.

Domanda: spesso su Google cerco forum e blog che parlano di come ottimizzare un sito ecommerce ma ci sono troppi pareri contrastanti, c’è chi consiglia magento, chi dice invece che bisognerebbe creare un sito ecommerce su misura, chi consiglia di creare una mailing list e usare come strategia l’email marketing e ancora chi consiglia google adwords, dico solo una cosa: help!

Risposta: premettendo che non è per niente facile ottimizzare un sito di commercio elettronico bisogna avere delle accortezze per fare un buon lavoro, il sito deve ospitare dei contenuti originali (non presenti su altri siti), quindi bisogna evitare di copiare le descrizioni dei prodotti fornite dai distributori dato che le stesse descrizioni sicuramente sono già presenti su altri siti, Google ama l’originalità, inoltre anche se un ecommerce è posizionato bene, nel caso in cui venda dei prodotti troppo di nicchia che sono poco ricercati dagli utenti del web, sicuramente non farà grandi affari.

Domanda: Ho un sito ecommerce tradotto in 6 lingue per la vendita di olio d’oliva extravergine ma nonostante questo grande progetto in un anno sono riuscito a fare solo 200 visite senza aver venduto nulla, in cosa ho sbagliato?

Risposta: Per prima cosa la parola olio d’oliva extravergine restituisce circa 10.000.000 di risultati concorrenti solo in italia, questo rende già molto difficile arrivare nelle prime pagine, magari una buona idea è quella di provare con Google Adwords.

Domanda: Salve ho un sito ecommerce dove vorrei vendere il mio vino che è davvero di qualità ma la media è di un ordine all’anno, praticamente si può dire che non vendo nulla, esiste qualche modo per incrementare le vendite?

Risposta: il mio consiglio è quello di posizionare il sito per parole chiave locali come ad esempio “vino di lizzano”, questo perche le parole secche “vino” o “vino online”  restituiscono milioni di risultati concorrenti rendendo il tuo sito oscuro nel web.

Domanda: sono una escort e lo dico senza vergogna dato che lo ritengo un semplice lavoro come tutti gli altri, spero che questo non scaturi in voi un senso di critica, intanto conto sulla vostra gentilezza chiedendovi qualche consiglio, mi son fatta creare un sito web dove ci ho messo all’interno anche un mio book fotografico sexy ma purtroppo non mi contatta mai nessuno, presumo che il sito non faccia visite, dite che dovrei rivolgermi ad un esperto seo?

Risposta: ciao tranquilla anzi è un piacere conoscerti, comunque le parole chiave relative al tuo lavoro sono tutte molto competitive però se vuoi ci possiamo sentire per valutare il progetto insieme. In ogni caso una buona idea potrebbe essere quella di avviare una campagna adwords dato che avresti un bel margine di guadagno, ops, però non ricordo se il regolamento di google permette di inserire annunci di quel genere altrimenti sarebbe opportuno pagare gli spazi a siti di annunci di incontri, so che funzionano abbastanza bene, i famosi bakeka incontri, ebakeca, ecc. 

Domanda: ciao non capisco perchè dovete dire che per far funzionare un ecommerce c’è bisogno di ipotetici esperti in seo / webmarketing come voi, come mai il mio sito si posiziona benissimo quando lo cerco su google?

Risposta: tutti sono in grado si posizionare il sito su google per parole chiave come “lezioni per quelli che non hanno capito nulla di quello che dico”.

Dopo aver lavorato per anni per un azienda che produce scarpe per rinomati marchi, ora che sono rimasto senza lavoro ho deciso di dedicarmi al commercio elettronico dato che il futuro è quello di investire sul web, l’unico imprevisto è che mi sarei aspettato di fare molte vendite visto che rispetto ad un comune negozio fisico con un ecommerce si possono avere clienti da tutto il mondo. Hai da dirmi qualcosa in merito?

In una città media i principali negozi di scarpe potrebbero essere meno di una ventina, nel web invece le pagine che parlano di scarpe sono milioni e il posto in prima pagina per ogni keyword è solo per 10 siti quindi è davvero dura arrivare al livello di siti come zalando se non si spendono cifre da capogiro per la notorietà del brand, google infatti preferisce posizionare in alto i brand più ricercati proprio perchè da importanza agli utenti e cerca di fargli apparire ciò che si aspettano.  

Post correlati: